Saldatrici Inverter ad Elettrodo MMA

La saldatura ad elettrodo rivestito, è sicuramente la più diffusa tra coloro che non esigono particolari performance di produttività, non solo per il ridotto costo d’acquisto rispetto ad altri modelli più professionali, ma anche per la praticità di utilizzo. Caratteristiche che purtroppo andranno in svantaggio all’estetica della saldatura per via della produzione di scorie dovuta all’assenza del gas protettivo.

Princi...

Saldatrici Inverter ad Elettrodo MMA

La saldatura ad elettrodo rivestito, è sicuramente la più diffusa tra coloro che non esigono particolari performance di produttività, non solo per il ridotto costo d’acquisto rispetto ad altri modelli più professionali, ma anche per la praticità di utilizzo. Caratteristiche che purtroppo andranno in svantaggio all’estetica della saldatura per via della produzione di scorie dovuta all’assenza del gas protettivo.

Principi della saldatura ad elettrodo MMA

saldatrice ad elettrodo

La saldatura ad elettrodo rivestito MMA sfrutta il calore che viene generato da un arco che scocca fra l'elettrodo ed il pezzo da saldare. È la tecnologia più diffusa per la saldatura manuale ad arco elettrico.

Grazie a questo procedimento è possibile saldare tutti i metalli ferrosi come ferro, ghisa, acciaio ed acciaio inox; con altri metalli è consigliabile utilizzare altre tecnologie. Per lavorare in modo corretto è necessario interrompere la saldatura per la sostituzione dell'elettrodo se quest'ultimo è consumato, inoltre bisogna rimuovere la scoria dopo ogni singola passata.

L'elettrodo è costituito da un'anima metallica cilindrica con funzione di metallo d'apporto e da un rivestimento con le seguenti funzioni:

  • protezione del bagno fuso da agenti atmosferici
  • depurazione del bagno fuso
  • apporto di elementi di lega al giunto saldato
  • stabilizzazione dell'arco elettrico

L'anima può avere diametri e lunghezze diversi e deve essere corrispondente al materiale da saldare. Il tipo di rivestimento è variabile a seconda delle specifiche del giunto e delle posizioni di saldatura. Per ogni tipo di elettrodo bisogna rispettare le indicazioni di polarità ed intensità di corrente durante la saldatura.

Saldatura ad elettrodo MMA

Saldatrice a elettrodo inverter qual è la più adatta?

Per capire qual è il modello di saldatrice ad elettrodo che fa al caso tuo, prima di tutto devi conoscere il tipo di utilizzo che ne farai, che cosa dovrai saldare e con che frequenza la userai.. già da queste informazioni puoi capire se devi acquistare una saldatrice di tipo hobbistico (per un uso sporadico), o semiprofessionale/professionale per prestazioni ed affidabilità maggiori. Tieni presente che ovviamente, per una saldatrice professionale il costo sarà superiore rispetto ai modelli base per il fai da te.

Saldatrice a Elettrodo Inverter Video Guida Deca

Video guida offerto da Deca per introdurvi all'acquisto della vostra saldatrice a elettrodo Inverter.

Gli Elettrodi

Esistono varie tipologie di elettrodi:

  • Elettrodo Rutile RT
  • Elettrodo Basico BS
  • Elettrodo in Acciaio Inox SS
  • Elettrodo in Ghisa Ci
  • Elettrodo in Alluminio AL
  • Elettrodo Cellulosico CE
  • Elettrodo Acido

A seconda del tipo di saldatrice utilizzata ed al materiale da saldare si dovrà scegliere l'elettrodo corretto, adatto al lavoro da svolgere.

Caratteristiche degli elettrodi

TIPOVANTAGGISVANTAGGIAPPLICAZIONI
rutile
  • basso costo
  • arco stabile
  • facile innesco
  • corrente AC e DC
  • cordone esteticamente migliore
  • facilmente conservabili
  • bagno fluido
  • scarso effetto di pulizia
  • elevato apporto di idrogeno
  • saldature in orizzontale
  • saldature in verticale e ad angolo per piccoli spessori
  • acciai a basso tenore di carbonio e con scarsa presenza di impurità
  • saldature esteticamente buone ma caratteristiche meccaniche sufficienti (buona robustezza ma rischio di cricche)
basico
  • ottima pulizia del materiale
  • apporto di idrogeno molto ridotto
  • bagno freddo
  • arco poco stabile
  • scoria non refusibile e di difficile rimozione
  • arco corto e poco lavorabile
  • innesco difficile
  • generatori DC
  • di difficile conservazione
  • saldature in tutte le posizioni, anche per grossi spessori
  • elevate velocità di deposito
  • saldature di elevate qualità meccaniche, anche con materiali contenenti impurità
cellulosico
  • elevata penetrazione
  • elevata maneggevolezza
  • scoria ridotta
  • sono necessari generatori DC con elevata tensione a vuoto
  • cordone irregolare
  • elevato apporto di idrogeno
  • saldature in tutte le posizioni, inclusa la verticale discendente
  • tubi o dovunque non sia possibile la ripresa a rovescio
  • saldature in cui l'accesso dell'elettrodo risulta critico
  • acciai a basso tenore di carbonio e con scarsa presenza di impurità
acido
  • basso costo
  • arco stabile
  • corrente AC e DC
  • scoria facilmente removibile
  • elevata disossidazione
  • facilmente conservabili
  • bagno fluido
  • scarso effetto di pulizia
  • elevato apporto di idrogeno
  • scoria non refusibile
  • saldature in orizzontale
  • acciai a basso tenore di carbonio e con scarsa presenza di impurità
  • saldature economiche e con caratteristiche meccaniche sufficienti (buona robustezza ma rischio di cricche)

Saldatrice Tradizionale o Saldatrice a Inverter

Esistono due principali tipologie di saldatrici ad elettrodo: le tradizionali elettromeccaniche, e le Saldatrici Elettroniche a Inverter.

La differenza principale sta nel sistema di erogazione della corrente.
La saldatrice tradizionale usa un comune trasformatore, molto pesante che eroga corrente alternata AC.
Le saldatrici Inverter invece utilizzano un circuito elettronico che lavora sulla frequenza fornendo una corrente molto simile alla continua DC.

Le saldatrici ad Inverter oltre a risultare più leggere, consentono un innesco dell'elettrodo più facile, ed hanno un costo più contenuto. Di contro sono più soggette a guasti elettronici.

Tabella per il corretto abbinamento Saldatrice/Elettrodo

CorrenteTipi di Elettrodo
RTBSSSCiALCE
Inverter
DC--
MotoinverterDCCE
Tradizionali
AC-----
2AC----
Quality 280AC/DC--
LinearDC-
DCCE

Il Diametro dell'elettrodo

Da tenere in considerazione, inoltre, è il diametro dell'elettrodo che dovrà essere impiegato nella saldatura per poter impostare un valore di corrente adeguato secondo la tabella riportata di seguito:

Ømm1,622,53,25456
RT30-55 A40-70 A50-100 A80-130 A120-170 A150-250 A220-370 A
BS50-75 A60-100 A70-120 A110-150 A140-200 A190-260 A250-320 A
CE20-45 A30-60 A40-80 A70-120 A100-150 A140-230 A200-300 A

Saldatura MMA dei materiali

Se si deve lavorare con acciaio di composizione facilmente riconoscibile, si possono utilizzare elettrodi rutili, per la maggiore facilità di innesco, di saldatura e per la buona estetica del cordone.

La saldatura di acciai con medio/elevato tenore di carbonio (> 0,25%) può provocare la formazione di difetti strutturali. Al fine di ottenere un'alta qualità di saldatura ed una buona resistenza alla rottura, è consigliato il procedimento ad elettrodo soprattutto per la saldatura di giunti con spessori medio-grandi ed utilizzando elettrodi basici.

Per saldare tubi in acciaio si utilizzano elettrodi cellulosici, che forniscono una elevata penetrazione ed una buona lavorabilità dell'elettrodo. Viene sempre consigliata la smussatura, con angolo dello smusso sufficiente per garantire una quasi completa introduzione dell'elettrodo nel cianfrino.

Per i materiali speciali come acciai inossidabili, ghisa e alluminio e sue leghe, si utilizzano elettrodi specifici per il materiale trattato:

  • Gli acciai inossidabili vengono saldati in corrente continua con polarità inversa; si utilizzano elettrodi specifici che si differenziano per la composizione metallurgica del materiale da saldare (presenza del cromo (Cr) o del nichel (Ni) in percentuali variabili).
  • L'alluminio e le leghe leggere si saldano in corrente continua con polarità inversa. La saldatrice deve possedere una dinamica di innesto piuttosto elevata per garantire l'accensione dell'elettrodo. Anche in questo caso si utilizzano elettrodi particolari, che differiscono per la composizione metallurgica del pezzo da saldare (presenza di magnesio (Mg) e silicio (Si) in percentuali variabili).
  • La ghisa si salda in corrente continua con polarità inversa; la maggior parte degli organi meccanici e delle strutture in ghisa sono ottenuti per fusione, quindi la saldatura è usata per correggere eventuali difetti di fusione e per riparazioni. Vengono utilizzati appositi elettrodi ed il materiale base deve essere adeguatamente riscaldato prima dell'utilizzo.

Saldatrici a Elettrodo Semiprofessionali per il Fai da Te

Per l'hobbista esigente, prestazioni migliori rispetto alle hobbistiche ad un prezzo sempre contenuto. Fornite con o senza valigetta accessori.

Saldatrici Inverter Semiprofessionali

Saldatrici Inverter Professionali

Grande affidabilità, elevate prestazioni per utilizzi in ambiti professionali industriali.

Leggi tutto..
per pagina
Mostrando 1 - 21 di 24 articoli
Mostrando 1 - 21 di 24 articoli

Voto Medio a Elettrodo MMA: 4.9 di 11 voti

chiudi
sconto newsletter
Iscrivendoti accetti l'informativa sulla privacy